Ti trovi in:

Menu di navigazione

Aree tematiche

Consiglio

di Lunedì, 08 Ottobre 2012 - Ultima modifica: Martedì, 23 Agosto 2016
Immagine decorativa

Il Consiglio determina gli indirizzi politico-amministrativi, gli atti fondamentali di programmazione, di organizzazione della Comunità e ne controlla l'attuazione.

Competenze

Le attribuzioni dell'Assemblea sono indicate nell'art. 8 dello Statuto.

1. L’Assemblea rappresenta l’intera popolazione dei comuni, determina gli indirizzi politico-amministrativi, gli atti fondamentali di programmazione, di organizzazione della comunità e ne controlla l’attuazione. Essa ha autonomia organizzativa e funzionale.

2. Spetta all’Assemblea:

  • a) eleggere e revocare il presidente della Comunità, che presiede anche l’assemblea;
  • b) eleggere i componenti dell’esecutivo;
  • c) approvare gli atti d'indirizzo e di programmazione, le modalità di assunzione e di svolgimento dei servizi trasferiti volontariamente dai comuni ai sensi dell’articolo 19, le linee strategiche per l’esercizio delle funzioni e la definizione delle politiche dei tributi locali e tariffarie, per la valorizzazione del patrimonio;
  • d) approvare i regolamenti e gli atti generali di competenza della Comunità, compresi i regolamenti di organizzazione dei servizi da gestire in forma associata;
  • e) individuare e organizzare i servizi pubblici e le rispettive forme e modalità gestionali, nel caso in cui l’ambito ottimale del servizio coincida con il territorio della Comunità;
  • f) individuare i servizi pubblici e approvare le relative convenzioni con gli enti associati, nel caso in cui l’ambito ottimale del servizio non coincida con il territorio della Comunità;
  • g) approvare le tariffe, i piani industriali e le carte dei servizi nell’ambito delle funzioni, delle attività e dei compiti attribuiti dalla legge e dallo statuto;
  • h) approvare la pianificazione del territorio, i programmi di sviluppo economico e il piano sociale;
  • i) approvare la relazione previsionale e programmatica, il bilancio pluriennale, il bilancio annuale e sue variazioni;
  • j) approvare il rendiconto;
  • k) approvare le intese, le convenzioni e gli accordi di programma previsti dalla legge istitutiva e dalla normativa vigente;
  • l) assumere i provvedimenti di carattere generale relativi all’organizzazione del personale;
  • m) approvare gli atti comportanti impegni di spesa di entità superiore a 1.000.000,00 euro;
  • n) adottare gli atti relativi ad acquisti, alienazioni, permute e concessioni, fermo restando quanto previsto nella precedente lettera m), che non siano espressamente previsti negli atti fondamentali di cui alla lettera i), o che non ne costituiscano mera esecuzione, e che, comunque, non rientrino nell’ordinaria amministrazione di funzioni o servizi di competenza di altri organi, secondo quanto previsto da atti di natura regolamentare della Comunità;
  • o) esaminare le relazioni per la verifica a carattere generale dei risultati ottenuti, e dei livelli di servizio raggiunti rispetto agli obiettivi programmati, e gli indirizzi generali per le conseguenti azioni eventualmente necessarie.

3. L’assemblea elegge altresì i componenti di commissioni o organismi della Comunità e nomina i propri rappresentanti presso enti, commissioni e organismi, secondo quanto previsto dall’articolo 9, comma 3, qualora gli stessi debbano, per legge o per statuto, essere scelti anche in rappresentanza delle minoranze politiche risultanti dalle elezioni dell’Assemblea.

4. Per l’approvazione dei provvedimenti previsti al comma 2 lettere a), b), g), h), i) e j), è richiesto il voto favorevole della maggioranza dei componenti assegnati.

5. Per i provvedimenti di cui al comma 2, lettere a), b), i) (limitatamente alle variazioni di bilancio), k), l) ed m), nel caso di urgenza è possibile dichiarare l’immediata eseguibilità degli stessi con il voto favorevole della maggioranza dei componenti assegnati.

Presidente
Vicepresidente
Consiglieri incaricati